Zona Industriale / Zona Artigianale

C’era una volta, ed in qualche caso c’è ancora, l’area industriale dismessa. Potente innesco delle più grandi trasformazioni urbanistiche nella storia recente del paese.

Le belle e centralissime fabbriche, per lo più appartenenti alla fase economica del fordismo, in quasi tutte le grandi città italiane sono state sostituite da nuovi insediamenti con funzioni miste (tra queste la residenza ed il commercio coprono la maggior parte delle superfici). In alcuni casi sono state abbandonate al degrado, e al lavoro del tempo. Vediamo due esempi di recupero e/o sostituzione:

La nuova sede della Fondazione Prada

beautyitaly prada milano

La Fondazione Prada ha sede nei 17.500 metri quadrati dell’ex-fabbrica della “Società Distillerie Italiane”, poi “Società Italiana Spiriti” che risalgono ai primi decenni del ‘900. La S.I.S era un’azienda statale che produceva alcolici e la sede conteneva alcuni serbatoi per l’alcol e depositi risalenti alla fine dell’Ottocento. L’edificio è stato studiato e ridisegnato dall’architetto olandese Rem Koolhaas (fonte Wikimapia).

 

E ancora a Milano le aree Marelli

beautyitaly milano

foto della ex fabbrica, fonte Comune di Milano

 

beautyitaly milano

foto del progetto in esecuzione, fonte Bing.com

Questa esperienza urbanistica (che non si è ancora conclusa, qui ed in buona parte del paese) rappresenta una delle mutazioni più evidenti del tessuto costruito, concretizzatasi con esiti diversi a seconda delle alterne fasi economiche; particolarmente critica l’attuale, con il sistema economico/produttivo in fase di profonda trasformazione.

A nostro avviso, oggi è forse possibile scorgere l’inizio di un nuova fase di riorganizzazione del lavoro che potrebbe avere conseguenze sull’attuale patrimonio edilizio industriale. Se la nostra tesi preconizza una realtà possibile è utile vedere e conoscere questo patrimonio con una prima rassegna di immagini (le fotografie sono limitate al nostro territorio, alla prima cintura metropolitana milanese). E’ nostra intenzione cominciare a pensare cosa significherà la sua eventuale dismissione o sostituzione.

Le manifatture e le prime fabbriche sono state costruite ai bordi della città storica; dal secondo dopoguerra in poi l’edilizia del boom economico le ha inglobate, ricollocandole in un nuova centralità strategica, poi abbandonate e/o sostituite, sono state ricostruite ai confini delle nuove metropoli. Dallo zoning (aree D) ai PIP (Piani per l’Insediamento Produttivo, istituti dall’art. 27 della Legge 865/71) si è costruito molto ed in maniera diffusa,  preoccupandosi spesso solo degli aspetti quantitativi (legati agli indici) e trascurando quelli qualitativi legati al rapporto con i contesti urbani e territoriali.

Una prima immagine satellitare, che fa riferimento all’area sud-ovest del capoluogo lombardo (rielaborazione immagine di Google.it), mostra la propagazione significativa di un certo tipo di insediamento, evidenziato in chiaro, che è per lo più composto da capannoni prefabbricati e asfalto.

beautyitaly milano

Stiamo parlando di: “Zona Industriale / Zona Artigianale”

beautyitaly milano

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

casa e bottega – spesso le funzioni sono miste

 

beautyitaly

 

beautyitaly

riuso – in molti di questi capannoni si insediano altre attività 

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

logistica quindi viabilità – grandi superfici dedicate a strade e parcheggi

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

 

beautyitaly

lontani dal centro – solitamente le aree industriali sono separate e slegate, periferiche rispetto alle centralità del comune che le ospita

 

beautyitaly

 

beautyitaly

Ecoestetica

 

beautyitaly

 

beautyitaly

“il sistema economico/produttivo in fase di profonda trasformazione”

 

beautyitaly

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Zona Industriale / Zona Artigianale

  1. Pingback: Fondazione Prada Milano, riflessioni | beautyitaly

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...